Indagine ai confini del Sacro, veggenti e guarigioni miracolose nella puntata del 6 Aprile

di Malvi Commenta

Nella puntata del 6 aprile, Indagine ai confini del Sacro si è occupato di veggenti e premonizioni...

La puntata del 6 aprile di Indagine ai confini del Sacro è tornata ad occuparsi di alcuni temi caldi: aspiranti veggenti, guarigioni miracolose e tutti quei fenomeni che ancora oggi creano una certa curiosità. Il mondo del paranormale, l’esoterismo, la capacità di prevedere il futuro sono argomenti che riescono sempre a spaccare in due l’opinione pubblica. C’è chi crede alla possibilità di conoscere il futuro, di stabilire un contatto con chi ci ha lasciato e chi invece pensa che sia tutto frutto della immaginazione e che le persone che creano false speranze siano solo da condannare. E il programma di Tv2000, in onda in seconda serata, è andato a approfondire alcuni aspetti di un mondo ancora molto misterioso.

sfera cristallo

Indagine ai confini del Sacro ha indagato su un sedicente veggente di Brindisi che si dice in grado di prevedere con certezza il futuro, aiutando anche le persone a guarire da alcuni disturbi anche molto gravi. Tra i tanti argomenti affrontati dal programma anche i miracoli, falsi o autentici. E ancora tante storie e testimonianze straordinarie come quelli dei santi (non solo italiani).

CAZOTTE E GLI ALTRI VEGGENTI, POTERI DELLA MENTE

Si sono affrontati anche gli autentici fenomeni mistici che accompagnano uomini e donne di Dio e che generano sempre grande curiosità. Enigmi e prodigi analizzati con lo sguardo della Fede ma senza rinunciare al rigore della scienza. Il programma, seppur in onda su una emittente secondaria, riscuote sempre una buon successo di pubblico segno che sono questi temi che ancora creano una certa curiosità.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>